Aiuto gratuito: 029 29 63 461

Blog

SOFFRI DI CELLULITE...COSA STAI FACENDO DI SBAGLIATO?

Probabilmente niente. Continua a leggere che ti spiego meglio.

Non si tratta sempre di esercizio fisico. Anche le più sportive, come varie atlete professioniste ce l’hanno. La cellulite ha a che fare con il modo in cui è strutturata la nostra pelle. E per "nostra", intendo quella femminile. Eh, sì, non è giusto, lo so.

Come puoi vedere sulla foto qui sotto, quando le cellule di grasso sottocutaneo aumentano di dimensioni, iniziano a spingere verso l'alto, causando così l’effetto della pelle a buccia d’arancia. Questo può accadere per una miriade di ragioni, dallo stile di vita sedentario (diminuisce il flusso linfatico), agli ormoni (l'ormone femminile estrogeno è coinvolto nel processo di degradazione del collagene - rendendo la pelle meno tesa).

Quando il flusso linfatico è scarso, i grassi si accumuleranno più volentieri, peggiorando ulteriormente l'aspetto della cellulite. Ciò mette a dura prova i filamenti di collagene per mantenerli tutti insieme. Poi aggiugendo anche l’effetto degli estrogeni al collagene già indebolito, i risultati sono ... beh, purtroppo lo sappiamo benissimo guardandoci allo specchio.

Quindi, cosa si può fare?

Ci si può aiutare:

  • Migliorando la circolazione linfatica e quella sanguigna  
  • accelerando la produzione di collagene
  • bruciando le cellule grasse e bloccando il loro accumulo

Fortunatamente, abbiamo la soluzione!

Lo Slimming Gel tonifica la tua pelle, aiuta a bruciare il grasso ovunque tu decida di applicarlo, aumenta la produzione del collagene e stimola la microcircolazione, inoltre previene la formazione di grasso nuovo. Applicandolo però solo con le mani riesce ad assorbirsi solo negli strati superficiali.

Perciò abbiamo deciso di aggiungere allo Slimming Gel anche il nostro massaggiatore anti-cellulite che farà in modo che il gel penetri negli strati più profondi della tua pelle. Da lì, rallenterà la formazione del grasso nuovo, migliorerà la circolazione e diminuirà quella fastidiosa pelle a buccia d’arancia.

← Ritorna al blog